콘텐츠로 바로가기

Il vostro Host consiglia...

Davide

Il vostro Host consiglia...

I miei posti preferiti dove mangiare / My favourite places to eat
Ristorante a due passi da Piazza del Campo Cucina tipica toscana Consiglio di provare la tagliata di fiorentina Restaurant very close to Piazza del Campo Typical Tuscan cuisine. I suggest to try the Florentine tagliata
15
명의 현지인이 추천하는 곳
Osteria La Sosta di Violante
115 Via Pantaneto
15
명의 현지인이 추천하는 곳
Ristorante a due passi da Piazza del Campo Cucina tipica toscana Consiglio di provare la tagliata di fiorentina Restaurant very close to Piazza del Campo Typical Tuscan cuisine. I suggest to try the Florentine tagliata
Ristorante nei pressi di Piazza del Campo Cucina tipica toscana Potrete gustare i veri sapori della tradizione culinaria toscana in un’atmosfera casalinga Restaurant near Piazza del Campo Typical Tuscan cuisine You can enjoy the true flavors of the Tuscan culinary tradition in a homely atmosphere
Trattoria la Torre
7 Via Salicotto
Ristorante nei pressi di Piazza del Campo Cucina tipica toscana Potrete gustare i veri sapori della tradizione culinaria toscana in un’atmosfera casalinga Restaurant near Piazza del Campo Typical Tuscan cuisine You can enjoy the true flavors of the Tuscan culinary tradition in a homely atmosphere
Ristorante nel centro storico di Siena Cucina tipica toscana Ottima cucina in un locale dall'atmosfera intima e rustica che rievoca le antiche osterie Senesi Restaurant in the historical centre of Siena Typical Tuscan cuisine Excellent cuisine in an intimate and rustic atmosphere that evokes the old taverns Sienese
Osteria Cice
32 Via S. Pietro
Ristorante nel centro storico di Siena Cucina tipica toscana Ottima cucina in un locale dall'atmosfera intima e rustica che rievoca le antiche osterie Senesi Restaurant in the historical centre of Siena Typical Tuscan cuisine Excellent cuisine in an intimate and rustic atmosphere that evokes the old taverns Sienese
Ristorante alle porte del centro storico di Siena Osteria dallo spirito casalingo e 100% toscano Gusterete i sapori genuini della cucina toscana, come i salumi, le bruschette, la pasta fresca e i secondi di carne Restaurant at the gates of the historic center of Siena Osteria with a homely and 100% Tuscan spirit You will taste the genuine flavors of Tuscan cuisine, such as cold cuts, bruschetta, fresh pasta and meat main courses
18
명의 현지인이 추천하는 곳
Osteria il Vinaio di Bobbe e Davide
167 Via Camollia
18
명의 현지인이 추천하는 곳
Ristorante alle porte del centro storico di Siena Osteria dallo spirito casalingo e 100% toscano Gusterete i sapori genuini della cucina toscana, come i salumi, le bruschette, la pasta fresca e i secondi di carne Restaurant at the gates of the historic center of Siena Osteria with a homely and 100% Tuscan spirit You will taste the genuine flavors of Tuscan cuisine, such as cold cuts, bruschetta, fresh pasta and meat main courses
La cucina della Signora Francesca è un vero piacere per il palato. I piatti sono sapientemente preparati al momento secondo le ricette della vecchia tradizione. Consiglio di provare il Peposo, un piatto di carne veramente gustoso con una storia che risale a molto tempo fa Mrs Francesca's cuisine is a real pleasure for the palate. The dishes are expertly prepared at the moment according to the recipes of the old tradition. I recommend to try the Peposo (very spicy), a really tasty meat dish with a history that goes back a long time.
La Vin'Osteria
16 La Villa di Sotto
La cucina della Signora Francesca è un vero piacere per il palato. I piatti sono sapientemente preparati al momento secondo le ricette della vecchia tradizione. Consiglio di provare il Peposo, un piatto di carne veramente gustoso con una storia che risale a molto tempo fa Mrs Francesca's cuisine is a real pleasure for the palate. The dishes are expertly prepared at the moment according to the recipes of the old tradition. I recommend to try the Peposo (very spicy), a really tasty meat dish with a history that goes back a long time.
Ambiente caldo e accogliente con un giardino panoramico molto suggestivo Il ristorante propone piatti della cucina tipica toscana come la pasta fresca fatta a mano, i salumi di Cinta Senese e la carne Chianina Warm and welcoming environment with a very suggestive panoramic garden The restaurant offers typical Tuscan dishes such as fresh handmade pasta, cured meats of Cinta Senese and Chianina meat.
La Mandragola
23 Via Diacceto
Ambiente caldo e accogliente con un giardino panoramico molto suggestivo Il ristorante propone piatti della cucina tipica toscana come la pasta fresca fatta a mano, i salumi di Cinta Senese e la carne Chianina Warm and welcoming environment with a very suggestive panoramic garden The restaurant offers typical Tuscan dishes such as fresh handmade pasta, cured meats of Cinta Senese and Chianina meat.
Degustazione vino e olio / Wine and oil tasting Corsi di cucina / Cooking courses Esperienze: raccolta dell’uva (mese di ottobre) raccolta delle olive (mese di novembre) / Experiences: grape harvest (in October) and olive harvest (in November)
Fattoria di Corsignano
4 Località Corsignano
Degustazione vino e olio / Wine and oil tasting Corsi di cucina / Cooking courses Esperienze: raccolta dell’uva (mese di ottobre) raccolta delle olive (mese di novembre) / Experiences: grape harvest (in October) and olive harvest (in November)
Il ristorante dell’Agriturismo Palazzetti vi propone le specialità della tradizione della cucina toscana, accompagnate dall’ottimo vino e dall’olio di produzione propria. Al ristorante è possibile organizzare anche eventi come battesimi, comunioni, matrimoni, compleanni e feste private. Aperto solo su prenotazione! Per informazioni:  info@agriturismopalazzetti.it - +393388171627 The restaurant of Palazzetti offers specialties of Tuscan cooking tradition, accompanied by the excellent wine and oil of own production. At the restaurant you can also organize your events like baptisms, communions, weddings, birthdays and private parties. Open only on reservation! For information: info@agriturismopalazzetti.it – +393388171627
Az.Agr. Palazzetti
11 SP62
Il ristorante dell’Agriturismo Palazzetti vi propone le specialità della tradizione della cucina toscana, accompagnate dall’ottimo vino e dall’olio di produzione propria. Al ristorante è possibile organizzare anche eventi come battesimi, comunioni, matrimoni, compleanni e feste private. Aperto solo su prenotazione! Per informazioni:  info@agriturismopalazzetti.it - +393388171627 The restaurant of Palazzetti offers specialties of Tuscan cooking tradition, accompanied by the excellent wine and oil of own production. At the restaurant you can also organize your events like baptisms, communions, weddings, birthdays and private parties. Open only on reservation! For information: info@agriturismopalazzetti.it – +393388171627
A 2,5 km dagli appartamenti, sotto una fitta boscaglia, potrete gustare i sapori della cucina tradizionale. Ideale per l'aperitivo, il pranzo e la cena. At 2.5 km from the apartments, under a dense woodland, you can enjoy the flavours of traditional cuisine. Ideal for aperitif, lunch and dinner.
6
명의 현지인이 추천하는 곳
Osteria Cacio E Pepe
6
명의 현지인이 추천하는 곳
A 2,5 km dagli appartamenti, sotto una fitta boscaglia, potrete gustare i sapori della cucina tradizionale. Ideale per l'aperitivo, il pranzo e la cena. At 2.5 km from the apartments, under a dense woodland, you can enjoy the flavours of traditional cuisine. Ideal for aperitif, lunch and dinner.
Luoghi da visitare / Places to visit
Il Parco Sculture del Chianti, mostra permanente di installazioni e sculture contemporanee, nasce nel 2004 da un’iniziativa dei coniugi Giadrossi, entrambi appassionati d’arte. La caratteristica principale del Parco è l’ integrazione tra arte e natura. Ogni artista ha visitato il bosco ed ha quindi fatto una proposta specifica per il luogo scelto. Il connubio fra le sculture ed il bosco, i suoni, i colori e la luce è totale. Infatti, qui l’opera dell’uomo non tende a prevaricare la natura, ma ad integrarla ed esaltarla. Sono stati scelti artisti provenienti da tutti e cinque i continenti e materiali diversi per dare al visitatore una panoramica sulla varietà e importanza dell’arte contemporanea nel mondo di oggi. Sempre nel parco è stato creato un anfiteatro che offre ai visitatori un denso programma di concerti, in luglio e agosto. The Chianti Sculpture Park, a permanent exhibition of contemporary sculptures, was inaugurated in 2004 on an initiative of Piero and Rosalba Giadrossi, both art lovers. The main characteristic of the Park is the integration of art and nature. Each artist visited the wood and made a site-specific proposal for the place chosen. The harmony of the sculptures with the trees, the sounds, the colours and the light is total. In fact, these man-made works do not extend beyond the limits of nature; rather, they are integrated with it and enhance it. Artists from all five continents using many materials have been consciously chosen to give the visitor a quick overview of the variety and importance of contemporary art in today’s world. Inside the Park an Amphitheatre has been created to offer visitors a rich programme of concerts in July and August.
22
명의 현지인이 추천하는 곳
Chianti Sculpture Park
22
명의 현지인이 추천하는 곳
Il Parco Sculture del Chianti, mostra permanente di installazioni e sculture contemporanee, nasce nel 2004 da un’iniziativa dei coniugi Giadrossi, entrambi appassionati d’arte. La caratteristica principale del Parco è l’ integrazione tra arte e natura. Ogni artista ha visitato il bosco ed ha quindi fatto una proposta specifica per il luogo scelto. Il connubio fra le sculture ed il bosco, i suoni, i colori e la luce è totale. Infatti, qui l’opera dell’uomo non tende a prevaricare la natura, ma ad integrarla ed esaltarla. Sono stati scelti artisti provenienti da tutti e cinque i continenti e materiali diversi per dare al visitatore una panoramica sulla varietà e importanza dell’arte contemporanea nel mondo di oggi. Sempre nel parco è stato creato un anfiteatro che offre ai visitatori un denso programma di concerti, in luglio e agosto. The Chianti Sculpture Park, a permanent exhibition of contemporary sculptures, was inaugurated in 2004 on an initiative of Piero and Rosalba Giadrossi, both art lovers. The main characteristic of the Park is the integration of art and nature. Each artist visited the wood and made a site-specific proposal for the place chosen. The harmony of the sculptures with the trees, the sounds, the colours and the light is total. In fact, these man-made works do not extend beyond the limits of nature; rather, they are integrated with it and enhance it. Artists from all five continents using many materials have been consciously chosen to give the visitor a quick overview of the variety and importance of contemporary art in today’s world. Inside the Park an Amphitheatre has been created to offer visitors a rich programme of concerts in July and August.
Situato al centro di una splendida conca dalla quale si gode una vastissima veduta, Vagliagli è una delle località più frequentate dai turisti chiantigiani per la bellezza del borgo e la magnifica posizione paesaggistica. Nel periodo estivo sono numerosi gli eventi organizzati nel paese: il primo weekend di luglio viene organizzato Blues Divino, una festa di due giorni che chiama artisti da tutto il mondo e attira chi ama il genere e il mangiar bene. Il terzo weekend di Agosto, i ragazzi dell'associazione Polisportiva Vagliagli organizzano "Birra e Salsicce" che ormai da 10 anni è entrata nello scenario degli eventi toscani, una tre giorni di spettacoli musicali, cibo buono e birra artigianale. A fine settembre, gli abitanti di Vagliagli organizzavano la "Festa dell'Uva" per festeggiare la vendemmia. Situated in the middle of a splendid basin from which you can enjoy a vast view, Vagliagli is one of the most visited by Chianti tourists for the beauty of the village and the magnificent landscape position. During the summer there are many events organized in the country: the first weekend of July is organized Blues Divino, a two-day festival that calls artists from around the world and attracts those who love the genre and eating well. On the third weekend of August, the guys of the association Polisportiva Vagliagli organize "Beer and Sausages" that for 10 years now has entered the scene of Tuscan events, a three days of musical performances, good food and craft beer. At the end of September, the inhabitants of Vagliagli organized the "Grape Festival" to celebrate the harvest.
Vagliagli
Situato al centro di una splendida conca dalla quale si gode una vastissima veduta, Vagliagli è una delle località più frequentate dai turisti chiantigiani per la bellezza del borgo e la magnifica posizione paesaggistica. Nel periodo estivo sono numerosi gli eventi organizzati nel paese: il primo weekend di luglio viene organizzato Blues Divino, una festa di due giorni che chiama artisti da tutto il mondo e attira chi ama il genere e il mangiar bene. Il terzo weekend di Agosto, i ragazzi dell'associazione Polisportiva Vagliagli organizzano "Birra e Salsicce" che ormai da 10 anni è entrata nello scenario degli eventi toscani, una tre giorni di spettacoli musicali, cibo buono e birra artigianale. A fine settembre, gli abitanti di Vagliagli organizzavano la "Festa dell'Uva" per festeggiare la vendemmia. Situated in the middle of a splendid basin from which you can enjoy a vast view, Vagliagli is one of the most visited by Chianti tourists for the beauty of the village and the magnificent landscape position. During the summer there are many events organized in the country: the first weekend of July is organized Blues Divino, a two-day festival that calls artists from around the world and attracts those who love the genre and eating well. On the third weekend of August, the guys of the association Polisportiva Vagliagli organize "Beer and Sausages" that for 10 years now has entered the scene of Tuscan events, a three days of musical performances, good food and craft beer. At the end of September, the inhabitants of Vagliagli organized the "Grape Festival" to celebrate the harvest.
Montalcino, città del Brunello. A sud di Siena si trova un incantevole borgo medievale, quasi fiabesco, circondato da una possente cinta muraria e dominato da un antico castello di autentica perfezione architettonica. Montalcino, a ovest di Pienza, è una bellissima città storica immersa nello splendido paesaggio del Parco Naturale della Val'Orcia e rinomata in tutto il mondo per la straordinaria produzione del prezioso Brunello di Montalcino. Il borgo è rimasto pressoché intatto dal XVI secolo. Una volta raggiunta la cima su cui si erge Montalcino, un vero e proprio spettacolo si apre davanti agli occhi: un continuo susseguirsi di sinuose colline punteggiate qua e là da fiori gialli e rossi, antiche querce, pittoreschi alberi d'olivo, panoramiche strade di campagna che serpeggiano attraverso armoniosi vigneti e cipressi isolati qua e là. La città di Montalcino è diventata ricca e famosa grazie al Brunello, uno dei migliori vini italiani e tra i più apprezzati al mondo. Il borgo era già rinomato per i suoi vini rossi nel XV secolo. Tuttavia, la preziosa formula del fantastico vin Brunello fu inventata nel 1888 da Ferruccio Biondi Santi, che per primo ebbe l'idea di eliminare i vitigni della tradizionale ricetta del Chianti, come il Canaiolo e il Colorino, usando invece solo la varietà Sangiovese. Prima che il Brunello sia pronto da bere, deve essere fatto invecchiare per un minimo di 5 anni, 2 dei quali in botti di quercia, mentre il Rosso di Montalcino è pronto dopo un solo anno di invecchiamento. Tra i più rinomati produttori di vino menzioniamo Biondi-Santi, Schidione e Banfi. Ma Montalcino non è solo vino, è anche arte e cultura. Il centro storico è dominato dalla possente Rocca, fortezza costruita nel 1361 come segnare il passaggio della città sotto il dominio di Siena. Il panorama che si gode dai bastioni della rocca è davvero spettacolare; và dal Monte Amiata, attraverso le Crete fino a Siena, e attraversa tutta la Val d'Orcia fino alle colline della Maremma. La fortezza è rimasta praticamente intatta sin dal Medioevo e spesso diventa lo scenario ideale per festival, eventi, e concerti, come il famoso Jazz & Wine Festival, che si tiene a Luglio ogni anno, dove si combinano perfettamente il piacere di ascoltare musica jazz sia italiana che internazionale, con quello del buon bere! Un'altra attrazione di Montalcino è la caratteristica torre stretta e lunga del Palazzo dei Priori, sede del Comune, che si affaccia sulla piazza principale nota come Piazza del Popolo, con la sua bella loggia gotica. Da visitare anche il Palazzo Vescovile e le chiese di Sant' Agostino, Sant' Egidio e San Francesco. Raccomandiamo di visitare anche il Museo Civico e Diocesano di Arte Sacra, che espone dipinti e sculture a carattere religioso, e il Museo del Vetro, che ripercorre la storia della nascita del vetro. Il museo, sito all'interno del castello di Poggio alle Mura, ospita un' interessante collezione di strumenti per la lavorazione del vetro dagli Egizi fino ai Romani per giungere fino ai grandi maestri veneziani. Le stradine ed i vicoli di Montalcino sono davvero incantevoli e il borgo è il luogo ideale dove poter passeggiare tra il labirinto di deliziosi negozi di arti e mestieri, caffè, ristoranti e wine bar. Se volete portare a casa una bottiglia del superbo vino, siete nel posto giusto! Prendevi un po' di tempo per respirare la speciale atmosfera medievale di questo magnifico borgo toscano. Camminate lentamente per le sue strette e caratteristiche viuzze, che offrono una vista straordinaria su tutta la valle sottostante, e poi sedevi e rilassatevi mentre sorseggiate pian piano un bel bicchiere dell'insuperabile vino rosso. Non dimenticate di visitare l'Abbazia di Sant'Antimo a pochi minuti da Montalcino! The City of Brunello Wine To the south of Siena is a classic fairytale hilltop town, set within a full circle of fortified walls and watched over by a mighty castle of medieval perfection. Montalcino, west of Pienza, is a beautiful village immersed in the breathtaking Val d'Orcia Natural Park, renowned all over the world for the production of its precious Brunello red wine. The town has scarcely changed in appearance since the 16th century. Once you get up to the town, a magnificent spectacle unfolds for your eyes: rolling sunny hills dotted with yellow and red flowers, ancient oak trees, picturesque olive groves, scenic country roads winding through perfect vineyards and isolated cypress trees atop hills. The town has been made incredibly rich and famous by its Brunello wine, one of the world's best and most appreciated Italian wines. Montalcino was already well-known for its fine red wines during the 15th century. However, the precious formula of the fantastic Brunello was invented in 1888 by Ferruccio Biondi Santi, who first had the idea of leaving out the grapes used in the traditional Chianti recipe, such as Canaiolo and Colorino, and using only the Sangiovese variety. Before the Brunello is ready, it must age for a minimum of 5 years, 2 of which must take place in oak barrels, while the Rosso of Montalcino is ready after only one year of aging. Amongst the many renowned wine producers in the area you will find Biondi-Santi, Schidione and Banfi. Read our article for more wine tasting ideas around Montalcino. Montalcino is not just wine, it is also very rich in artistic treasures. The historical center is dominated by the mighty and imposing Rocca or fortress built in 1361 to mark the passage of Montalcino under the domination of Siena. The views from its ramparts are spectacular, stretching towards Monte Amiata, across the Crete to Siena, and across all of the Valdorcia and the hills of Maremma. The fortress has remained practically intact since the Middle Ages and often becomes the special setting for festivals, concerts, and events, such as the famous Jazz & Wine Festival held in July each year, where you might combine the pleasure of listening to fine Italian and international jazz music with that of good drinking! Another landmark of Montalcino is the tall and slender clock tower that graces the Palazzo dei Priori, the city's town hall, while below lies the main square known as Piazza del Popolo with its characteristic Gothic loggia. Also worth visiting are the Palazzo Vescovile and the churches of Sant' Agostino, Sant' Egidio and San Francesco. We also recommend a visit to the Museo Civico and Diocesano di Arte Sacra, hosting notable religious paintings and sculptures, and the Museo del Vetro (Glass Museum) that tells the history of glass making. The museum, inside the lovely castle of Poggio alle Mura, hosts an interesting collection of glass and instruments from Egyptian to Roman times up to the great Venetian masters. The streets of Montalcino with their stone pavements are truly enchanting and the village is a wonderful place to stroll around among the labyrinth of charming arts and crafts shops, cafes, restaurants and wine bars. If you wish to take home a bottle of superb wine, this is the right place to take advantage! Take some time to fully enjoy the special medieval atmosphere of this magnificent Tuscan hilltop town. Walk slowly through its narrow and characteristic alleys offering extraordinary views over the underlying valley, and then sit and relax while tasting a glass of the delicious red wine. And don't forget to visit the nearby Abbey of Sant'Antimo!
112
명의 현지인이 추천하는 곳
Montalcino
112
명의 현지인이 추천하는 곳
Montalcino, città del Brunello. A sud di Siena si trova un incantevole borgo medievale, quasi fiabesco, circondato da una possente cinta muraria e dominato da un antico castello di autentica perfezione architettonica. Montalcino, a ovest di Pienza, è una bellissima città storica immersa nello splendido paesaggio del Parco Naturale della Val'Orcia e rinomata in tutto il mondo per la straordinaria produzione del prezioso Brunello di Montalcino. Il borgo è rimasto pressoché intatto dal XVI secolo. Una volta raggiunta la cima su cui si erge Montalcino, un vero e proprio spettacolo si apre davanti agli occhi: un continuo susseguirsi di sinuose colline punteggiate qua e là da fiori gialli e rossi, antiche querce, pittoreschi alberi d'olivo, panoramiche strade di campagna che serpeggiano attraverso armoniosi vigneti e cipressi isolati qua e là. La città di Montalcino è diventata ricca e famosa grazie al Brunello, uno dei migliori vini italiani e tra i più apprezzati al mondo. Il borgo era già rinomato per i suoi vini rossi nel XV secolo. Tuttavia, la preziosa formula del fantastico vin Brunello fu inventata nel 1888 da Ferruccio Biondi Santi, che per primo ebbe l'idea di eliminare i vitigni della tradizionale ricetta del Chianti, come il Canaiolo e il Colorino, usando invece solo la varietà Sangiovese. Prima che il Brunello sia pronto da bere, deve essere fatto invecchiare per un minimo di 5 anni, 2 dei quali in botti di quercia, mentre il Rosso di Montalcino è pronto dopo un solo anno di invecchiamento. Tra i più rinomati produttori di vino menzioniamo Biondi-Santi, Schidione e Banfi. Ma Montalcino non è solo vino, è anche arte e cultura. Il centro storico è dominato dalla possente Rocca, fortezza costruita nel 1361 come segnare il passaggio della città sotto il dominio di Siena. Il panorama che si gode dai bastioni della rocca è davvero spettacolare; và dal Monte Amiata, attraverso le Crete fino a Siena, e attraversa tutta la Val d'Orcia fino alle colline della Maremma. La fortezza è rimasta praticamente intatta sin dal Medioevo e spesso diventa lo scenario ideale per festival, eventi, e concerti, come il famoso Jazz & Wine Festival, che si tiene a Luglio ogni anno, dove si combinano perfettamente il piacere di ascoltare musica jazz sia italiana che internazionale, con quello del buon bere! Un'altra attrazione di Montalcino è la caratteristica torre stretta e lunga del Palazzo dei Priori, sede del Comune, che si affaccia sulla piazza principale nota come Piazza del Popolo, con la sua bella loggia gotica. Da visitare anche il Palazzo Vescovile e le chiese di Sant' Agostino, Sant' Egidio e San Francesco. Raccomandiamo di visitare anche il Museo Civico e Diocesano di Arte Sacra, che espone dipinti e sculture a carattere religioso, e il Museo del Vetro, che ripercorre la storia della nascita del vetro. Il museo, sito all'interno del castello di Poggio alle Mura, ospita un' interessante collezione di strumenti per la lavorazione del vetro dagli Egizi fino ai Romani per giungere fino ai grandi maestri veneziani. Le stradine ed i vicoli di Montalcino sono davvero incantevoli e il borgo è il luogo ideale dove poter passeggiare tra il labirinto di deliziosi negozi di arti e mestieri, caffè, ristoranti e wine bar. Se volete portare a casa una bottiglia del superbo vino, siete nel posto giusto! Prendevi un po' di tempo per respirare la speciale atmosfera medievale di questo magnifico borgo toscano. Camminate lentamente per le sue strette e caratteristiche viuzze, che offrono una vista straordinaria su tutta la valle sottostante, e poi sedevi e rilassatevi mentre sorseggiate pian piano un bel bicchiere dell'insuperabile vino rosso. Non dimenticate di visitare l'Abbazia di Sant'Antimo a pochi minuti da Montalcino! The City of Brunello Wine To the south of Siena is a classic fairytale hilltop town, set within a full circle of fortified walls and watched over by a mighty castle of medieval perfection. Montalcino, west of Pienza, is a beautiful village immersed in the breathtaking Val d'Orcia Natural Park, renowned all over the world for the production of its precious Brunello red wine. The town has scarcely changed in appearance since the 16th century. Once you get up to the town, a magnificent spectacle unfolds for your eyes: rolling sunny hills dotted with yellow and red flowers, ancient oak trees, picturesque olive groves, scenic country roads winding through perfect vineyards and isolated cypress trees atop hills. The town has been made incredibly rich and famous by its Brunello wine, one of the world's best and most appreciated Italian wines. Montalcino was already well-known for its fine red wines during the 15th century. However, the precious formula of the fantastic Brunello was invented in 1888 by Ferruccio Biondi Santi, who first had the idea of leaving out the grapes used in the traditional Chianti recipe, such as Canaiolo and Colorino, and using only the Sangiovese variety. Before the Brunello is ready, it must age for a minimum of 5 years, 2 of which must take place in oak barrels, while the Rosso of Montalcino is ready after only one year of aging. Amongst the many renowned wine producers in the area you will find Biondi-Santi, Schidione and Banfi. Read our article for more wine tasting ideas around Montalcino. Montalcino is not just wine, it is also very rich in artistic treasures. The historical center is dominated by the mighty and imposing Rocca or fortress built in 1361 to mark the passage of Montalcino under the domination of Siena. The views from its ramparts are spectacular, stretching towards Monte Amiata, across the Crete to Siena, and across all of the Valdorcia and the hills of Maremma. The fortress has remained practically intact since the Middle Ages and often becomes the special setting for festivals, concerts, and events, such as the famous Jazz & Wine Festival held in July each year, where you might combine the pleasure of listening to fine Italian and international jazz music with that of good drinking! Another landmark of Montalcino is the tall and slender clock tower that graces the Palazzo dei Priori, the city's town hall, while below lies the main square known as Piazza del Popolo with its characteristic Gothic loggia. Also worth visiting are the Palazzo Vescovile and the churches of Sant' Agostino, Sant' Egidio and San Francesco. We also recommend a visit to the Museo Civico and Diocesano di Arte Sacra, hosting notable religious paintings and sculptures, and the Museo del Vetro (Glass Museum) that tells the history of glass making. The museum, inside the lovely castle of Poggio alle Mura, hosts an interesting collection of glass and instruments from Egyptian to Roman times up to the great Venetian masters. The streets of Montalcino with their stone pavements are truly enchanting and the village is a wonderful place to stroll around among the labyrinth of charming arts and crafts shops, cafes, restaurants and wine bars. If you wish to take home a bottle of superb wine, this is the right place to take advantage! Take some time to fully enjoy the special medieval atmosphere of this magnificent Tuscan hilltop town. Walk slowly through its narrow and characteristic alleys offering extraordinary views over the underlying valley, and then sit and relax while tasting a glass of the delicious red wine. And don't forget to visit the nearby Abbey of Sant'Antimo!
San Gimignano, piccola città fortificata a metà strada tra Firenze e Siena, è famosa per la sua architettura e per le sue belle torri medievali che rendono il profilo cittadino davvero unico. Nel periodo più florido, le ricche famiglie di San Gimignano arrivarono a costruire ben 72 torri come simbolo del loro benessere e potere. Di queste oggi ne rimangono 14 che contribuiscono a rendere ancora più affascinante l' atmosfera cittadina. Dichiarato Patrimonio dell' Umanità dall'UNESCO nel 1990, San Gimignano è una delle piccole perle della provincia senese ed offre anche ottimi prodotti locali come lo zafferano e il vino bianco chiamato Vernaccia di San Gimignano. San Gimignano, a small walled village about halfway between Florence and Siena, is famous for its fascinating medieval architecture and towers that rise above of all the other buildings offering an impressive view of the city from the surrounding valley. At the height of its glory, San Gimignano's patrician families had built around 72 tower-houses as symbols of their wealth and power. Although only 14 have survived, San Gimignano still retains its feudal atmosphere and appearance. Recognized as a UNESCO World Heritage Site since 1990, San Gimignano offers visitors the chance to step back in time while enjoying its local products including saffron and its white wine, the Vernaccia di San Gimignano.
215
명의 현지인이 추천하는 곳
산지미냐노
215
명의 현지인이 추천하는 곳
San Gimignano, piccola città fortificata a metà strada tra Firenze e Siena, è famosa per la sua architettura e per le sue belle torri medievali che rendono il profilo cittadino davvero unico. Nel periodo più florido, le ricche famiglie di San Gimignano arrivarono a costruire ben 72 torri come simbolo del loro benessere e potere. Di queste oggi ne rimangono 14 che contribuiscono a rendere ancora più affascinante l' atmosfera cittadina. Dichiarato Patrimonio dell' Umanità dall'UNESCO nel 1990, San Gimignano è una delle piccole perle della provincia senese ed offre anche ottimi prodotti locali come lo zafferano e il vino bianco chiamato Vernaccia di San Gimignano. San Gimignano, a small walled village about halfway between Florence and Siena, is famous for its fascinating medieval architecture and towers that rise above of all the other buildings offering an impressive view of the city from the surrounding valley. At the height of its glory, San Gimignano's patrician families had built around 72 tower-houses as symbols of their wealth and power. Although only 14 have survived, San Gimignano still retains its feudal atmosphere and appearance. Recognized as a UNESCO World Heritage Site since 1990, San Gimignano offers visitors the chance to step back in time while enjoying its local products including saffron and its white wine, the Vernaccia di San Gimignano.
Pienza è un piccolo borgo nel sud della Toscana, nella famosa Val d'Orcia, assolutamente da visitare. Si trova a circa 20 km a est di Montalcino e qualche km ad ovest di Montepulciano nella bellissima regione della Val d'Orcia a sud di Siena, tra soffici e poetiche colline e favolosi panorami. Pienza gode di una posizione davvero strategica arroccata sulla cima ad un colle, che domina tutta la valle dell'Orcia con una vista mozzafiato. Questo incantevole borgo è ampiamente conosciuto come la città "ideale" del Rinascimento, creazione del grande umanista Enea Silvio Piccolomini, diventato poi Papa Pio II. Piccolomini aveva le possibilità economiche e l'influenza per poter trasformare il suo umile villaggio natio, Corsignano, in quella che riteneva dovesse essere una città utopica, che avrebbe dovuto incarnare i principi e la filosofia dell'età classica e del grande Rinascimento italiano. Il progetto venne realizzato dall'architetto Bernardo detto il Rossellino, sotto la guida del grande umanista Leon Battista Alberti. In soli 3 anni venne realizzato un complesso di bellissimi ed armoniosi palazzi: la Cattedrale, la residenza papale o Palazzo Piccolomini, il Comune, e l'incantevole piazza centrale. Piazza Pio II ha una forma di grande armonia che dona grande dignità e solennità a tutti gli edifici circostanti, costruiti in pietra di travertino, che conferisce loro un chiaro color miele. Su di un lato della piazza, si può ammirare un bellissimo pozzo, conosciuto come il "pozzo dei cani". Il Duomo o Cattedrale dell'Assunta ospita importanti e notevoli dipinti dei più rinomati artisti del tempo, mentre il bel campanile dalla forma ottagonale si erge sopra l'antica cripta puntando dritto al cielo. Pienza is a tiny village in southern Tuscany in the beautifual valley called Val d'Orcia we highly recommend you visit. The village is located about 20 kilometers east of Montalcino and a few kilometers to the west of Montepulciano amidst gentle undulating hills and wonderful natural landscapes. Pienza enjoys a strategic position standing high atop a hill, dominating all the Orcia Valley with extraordinary views. This charming village is widely known as the "ideal city of the Renaissance", the creation of the great humanist Enea Silvio Piccolomini who later became Pope Pius II. Piccolomini had the money and influence to transform his birthplace village, the humble Corsignano, into what he considered the Utopian city should be, exemplifying the principles and philosophy of classical times and of the great Italian Renaissance. Thus, Pienza became the realization of a dream! The project was designed by the architect Bernardo "il Rossellino" under the guidance of the great humanist Leon Battista Alberti. In only 3 years, a group of amazing and harmonious buildings were completed: the Cathedral, the Papal or Piccolomini Palace, the Town Hall, and the lovely central square onto which all of these buildings look upon. Piazza Pio II has a perfect harmonious shape which gives great dignity and solemnity to all of the surrounding buildings built in bright travertine stone. On one side of the square, you can admire a beautiful well, known as the "well of the dogs". The Duomo or Cattedrale dell'Assunta hosts very fine paintings by the most renowned artists of the period, while the octagonal bell tower standing over the ancient crypt with the same octagonal shape points to the sky. Both dominate the landscape as you view Pienza from afar. As you walk through the church you will notice the uneven floors, the unsettling cracks making their way across the paviment and little glass plates (like lab slides) glued to the walls. The architects didn't calculate the effect of the weight of the cathedral and its impact on the foundation of the church and now the hillside that it is built on is starting to "give way". The little glass plates are a way of controlling the shifting of the earth and the structure....everything is fine....until one of them cracks!
186
명의 현지인이 추천하는 곳
Pienza
186
명의 현지인이 추천하는 곳
Pienza è un piccolo borgo nel sud della Toscana, nella famosa Val d'Orcia, assolutamente da visitare. Si trova a circa 20 km a est di Montalcino e qualche km ad ovest di Montepulciano nella bellissima regione della Val d'Orcia a sud di Siena, tra soffici e poetiche colline e favolosi panorami. Pienza gode di una posizione davvero strategica arroccata sulla cima ad un colle, che domina tutta la valle dell'Orcia con una vista mozzafiato. Questo incantevole borgo è ampiamente conosciuto come la città "ideale" del Rinascimento, creazione del grande umanista Enea Silvio Piccolomini, diventato poi Papa Pio II. Piccolomini aveva le possibilità economiche e l'influenza per poter trasformare il suo umile villaggio natio, Corsignano, in quella che riteneva dovesse essere una città utopica, che avrebbe dovuto incarnare i principi e la filosofia dell'età classica e del grande Rinascimento italiano. Il progetto venne realizzato dall'architetto Bernardo detto il Rossellino, sotto la guida del grande umanista Leon Battista Alberti. In soli 3 anni venne realizzato un complesso di bellissimi ed armoniosi palazzi: la Cattedrale, la residenza papale o Palazzo Piccolomini, il Comune, e l'incantevole piazza centrale. Piazza Pio II ha una forma di grande armonia che dona grande dignità e solennità a tutti gli edifici circostanti, costruiti in pietra di travertino, che conferisce loro un chiaro color miele. Su di un lato della piazza, si può ammirare un bellissimo pozzo, conosciuto come il "pozzo dei cani". Il Duomo o Cattedrale dell'Assunta ospita importanti e notevoli dipinti dei più rinomati artisti del tempo, mentre il bel campanile dalla forma ottagonale si erge sopra l'antica cripta puntando dritto al cielo. Pienza is a tiny village in southern Tuscany in the beautifual valley called Val d'Orcia we highly recommend you visit. The village is located about 20 kilometers east of Montalcino and a few kilometers to the west of Montepulciano amidst gentle undulating hills and wonderful natural landscapes. Pienza enjoys a strategic position standing high atop a hill, dominating all the Orcia Valley with extraordinary views. This charming village is widely known as the "ideal city of the Renaissance", the creation of the great humanist Enea Silvio Piccolomini who later became Pope Pius II. Piccolomini had the money and influence to transform his birthplace village, the humble Corsignano, into what he considered the Utopian city should be, exemplifying the principles and philosophy of classical times and of the great Italian Renaissance. Thus, Pienza became the realization of a dream! The project was designed by the architect Bernardo "il Rossellino" under the guidance of the great humanist Leon Battista Alberti. In only 3 years, a group of amazing and harmonious buildings were completed: the Cathedral, the Papal or Piccolomini Palace, the Town Hall, and the lovely central square onto which all of these buildings look upon. Piazza Pio II has a perfect harmonious shape which gives great dignity and solemnity to all of the surrounding buildings built in bright travertine stone. On one side of the square, you can admire a beautiful well, known as the "well of the dogs". The Duomo or Cattedrale dell'Assunta hosts very fine paintings by the most renowned artists of the period, while the octagonal bell tower standing over the ancient crypt with the same octagonal shape points to the sky. Both dominate the landscape as you view Pienza from afar. As you walk through the church you will notice the uneven floors, the unsettling cracks making their way across the paviment and little glass plates (like lab slides) glued to the walls. The architects didn't calculate the effect of the weight of the cathedral and its impact on the foundation of the church and now the hillside that it is built on is starting to "give way". The little glass plates are a way of controlling the shifting of the earth and the structure....everything is fine....until one of them cracks!
Volterra è una città dall'aspetto inconfondibilmente medievale, dove è ancora possibile gustare l’atmosfera di un borgo antico, la cui autenticità è protetta dal relativo isolamento che ha limitato lo sviluppo del centro in epoca industriale, salvaguardando la città dalle speculazioni edilizie. A Volterra la storia ha lasciato il segno con continuità dal periodo etrusco fino all'Ottocento: la città è ricchissima di testimonianze artistiche di grandissimo rilievo, da ammirare passeggiando per le vie del centro storico e visitando i musei cittadini, come quello Etrusco, la Pinacoteca, il Museo d’Arte Sacra, o l’Ecomuseo dell’Alabastro. E le bellezze continuano anche appena fuori dal centro storico, dove è possibile ammirare lo splendido Da 3000 anni nel cuore della Toscana, ogni periodo storico ha lasciato a Volterra tracce indelebili! Le ultime le scoviamo nella trilogia di Twilight. Teatro romano, così come le rovine dell’Acropoli etrusca. Al viaggiatore a questo punto non rimarrà che ammirare il circostante paesaggio incontaminato prima di scoprire i segreti di una produzione artigianale rara: quella dell’alabastro. La Volterra moderna è racchiusa quasi totalmente entro la cerchia delle mura duecentesche, punto d’arrivo di un processo di espansione urbana che, iniziata intorno all’anno Mille, ha trovato compiutezza circa 300 anni dopo con la costruzione dei sistemi difensivi in prossimità delle porte della città. In quel periodo Volterra crebbe dalla forma castrense del periodo tardo-antico (sec.V), estendendosi fino al suo attuale perimetro. Il centro si è sviluppato attorno all’antica chiesa di Santa Maria (l’attuale cattedrale) e al contiguo pratus episcopatus, oggi Piazza dei Priori, mentre al di fuori del castrum o castellum, sorsero, dopo l’anno Mille, il borgo di Santa Maria e quello dell’Abate. Passeggiando per Volterra non mancano mai di attirare sguardi curiosi le Incrociate, vale a dire gli imponenti complessi di torri e che costituiscono il segnale tangibile dello sviluppo urbano verso est, ovest e nord: sono i crux viarum dei Buomparenti, di Sant’Agnolo e dei Baldinotti. Nel corso del Duecento sul pratus episcopatus non solo venne costruita, aderente alle absidi del Duomo, la domus comunis (Palazzo dei Priori, del 1208), ma al tempo stesso si definì l’aspetto della stessa piazza e si ridisegnò l’altezza delle torri a seconda delle diverse zone della città. In asse con il Palazzo dei Priori quindi venne eretta, secondo un uso tipicamente toscano, piazza San Giovanni, luogo sul quale insistono tutti i più importanti edifici ecclesiastici: la Cattedrale, il Battistero, la casa dell’Opera, l’ospedale di Santa Maria e il cimitero. Come detto il circuito medievale delle mura racchiudeva, fino a pochi anni or sono, quasi tutta la città: con i quattro borghi medievali raccordati al centro da strade in salita. I borghi sono quelli di Sant’Alessandro, sulla via delle Saline dalla parte della la Val di Cecina; di San Lazzero, sulla via per Firenze e Siena; di Santo Stefano e di San Giusto, il più lontano dalla città, in prossimità delle Balze e dominato dalla possente mole della chiesa dedicata al patrono. Alla fine dell’Ottocento e nella prima parte del Novecento nella zona di borgo San Lazzero è sorto il grande complesso dell’Ospedale psichiatrico, trasformato oggi in moderna struttura ospedaliera, dove l’eclettismo dell’architettura primo Novecento si è mescolata allo stile razionalista. Sempre nella zona di San Lazzero si può vedere la vecchia stazione ferroviaria del 1912, che collegava grazie ad ardite ponteggiature la città a Saline. Volterra has an unmistakable Medieval character, where the atmosphere of an ancient village can still be felt and whose authenticity is protected by the relative isolation that has limited the development of the city center in the industrial era, safeguarding the city from urban speculation. History has continually left its mark on Volterra, from the Etruscan period to the 19th century: the city is a treasure trove of artistic heritage, which can be admired as you walk through the streets of the historic city center and visit the local museums, like the Etruscan Museum, the Pinacoteca, the Museum of Sacred Art or the Alabaster Ecomuseum. And the beauty continues just outside the historic center, where you can enjoy the splendid. Roman Theatre and the ruins of the Etruscan Acropolis. While you’re out here, make sure to take in the surrounding landscape, uncontaminated by time, before heading off to discover the secrets of a rare artisan product: alabaster. Modern Volterra is almost totally enclosed by the 13th-century city walls, the result of an urban expansion that, beginning around the year 1000, was finally finished nearly 300 years after the construction of the defence systems around the city’s ports. In that period, Volterra grew from the castrensial form of late-Antiquity (5th century), extending to its current boundaries. The center developed around the ancient church of Santa Maria (the current cathedral) and the neighbouring pratus episcopatus, today piazza dei Priori, while beyond the castrum or castellum, the villages of Santa Maria and Abate sprang up. As you stroll through Volterra, you’re sure to notice the curious Incrociate, that is, impressive groups of towers that constitute a tangible sign of urban development to the east, west and north: they are the crux viarum of Buomparenti, Sant’Angolo and Baldinotti. Throughout the 1200s, on the pratus episcopatus, not only was the domus comunis (Palazzo dei Priori, from 1208) built alongside the Cathedral’s apses, but the features of the namesake piazza took form and the height of the towers were redrawn according to the different quarters of the city. Aligned with Palazzo dei Priori, piazza San Giovanni was built to serve a typical Tuscan function, that is, to be the location of all the most important ecclesiastical buildings: the Cathedral, the Baptistery, the headquarters of the Opera, the Hospital of Santa Maria and the cemetery. As previously mentioned, the Medieval walls surrounded almost the entire city until a few years ago. The four Medieval hamlets link together in the center via uphill streets. The hamlets are: San Alessandro, on via delle Saline, on the side of the Val di Cecina, San Lazzero, on the road to Florence and Siena, Santo Stefano and San Giusto, the furthest from the city, near the Balze and dominated over by the mighty church dedicated to the patron saint. In the late-19th/early-20th century, the large Psychiatric Hospital complex was built in San Lazzero, transformed today into a modern hospital, where the eclectic early-20th century architecture blends with the Rationalist style. Also around San Lazzero, the old railway station from 1912 can be seen, which connected the city of Saline with bold scaffolding.
247
명의 현지인이 추천하는 곳
Volterra
247
명의 현지인이 추천하는 곳
Volterra è una città dall'aspetto inconfondibilmente medievale, dove è ancora possibile gustare l’atmosfera di un borgo antico, la cui autenticità è protetta dal relativo isolamento che ha limitato lo sviluppo del centro in epoca industriale, salvaguardando la città dalle speculazioni edilizie. A Volterra la storia ha lasciato il segno con continuità dal periodo etrusco fino all'Ottocento: la città è ricchissima di testimonianze artistiche di grandissimo rilievo, da ammirare passeggiando per le vie del centro storico e visitando i musei cittadini, come quello Etrusco, la Pinacoteca, il Museo d’Arte Sacra, o l’Ecomuseo dell’Alabastro. E le bellezze continuano anche appena fuori dal centro storico, dove è possibile ammirare lo splendido Da 3000 anni nel cuore della Toscana, ogni periodo storico ha lasciato a Volterra tracce indelebili! Le ultime le scoviamo nella trilogia di Twilight. Teatro romano, così come le rovine dell’Acropoli etrusca. Al viaggiatore a questo punto non rimarrà che ammirare il circostante paesaggio incontaminato prima di scoprire i segreti di una produzione artigianale rara: quella dell’alabastro. La Volterra moderna è racchiusa quasi totalmente entro la cerchia delle mura duecentesche, punto d’arrivo di un processo di espansione urbana che, iniziata intorno all’anno Mille, ha trovato compiutezza circa 300 anni dopo con la costruzione dei sistemi difensivi in prossimità delle porte della città. In quel periodo Volterra crebbe dalla forma castrense del periodo tardo-antico (sec.V), estendendosi fino al suo attuale perimetro. Il centro si è sviluppato attorno all’antica chiesa di Santa Maria (l’attuale cattedrale) e al contiguo pratus episcopatus, oggi Piazza dei Priori, mentre al di fuori del castrum o castellum, sorsero, dopo l’anno Mille, il borgo di Santa Maria e quello dell’Abate. Passeggiando per Volterra non mancano mai di attirare sguardi curiosi le Incrociate, vale a dire gli imponenti complessi di torri e che costituiscono il segnale tangibile dello sviluppo urbano verso est, ovest e nord: sono i crux viarum dei Buomparenti, di Sant’Agnolo e dei Baldinotti. Nel corso del Duecento sul pratus episcopatus non solo venne costruita, aderente alle absidi del Duomo, la domus comunis (Palazzo dei Priori, del 1208), ma al tempo stesso si definì l’aspetto della stessa piazza e si ridisegnò l’altezza delle torri a seconda delle diverse zone della città. In asse con il Palazzo dei Priori quindi venne eretta, secondo un uso tipicamente toscano, piazza San Giovanni, luogo sul quale insistono tutti i più importanti edifici ecclesiastici: la Cattedrale, il Battistero, la casa dell’Opera, l’ospedale di Santa Maria e il cimitero. Come detto il circuito medievale delle mura racchiudeva, fino a pochi anni or sono, quasi tutta la città: con i quattro borghi medievali raccordati al centro da strade in salita. I borghi sono quelli di Sant’Alessandro, sulla via delle Saline dalla parte della la Val di Cecina; di San Lazzero, sulla via per Firenze e Siena; di Santo Stefano e di San Giusto, il più lontano dalla città, in prossimità delle Balze e dominato dalla possente mole della chiesa dedicata al patrono. Alla fine dell’Ottocento e nella prima parte del Novecento nella zona di borgo San Lazzero è sorto il grande complesso dell’Ospedale psichiatrico, trasformato oggi in moderna struttura ospedaliera, dove l’eclettismo dell’architettura primo Novecento si è mescolata allo stile razionalista. Sempre nella zona di San Lazzero si può vedere la vecchia stazione ferroviaria del 1912, che collegava grazie ad ardite ponteggiature la città a Saline. Volterra has an unmistakable Medieval character, where the atmosphere of an ancient village can still be felt and whose authenticity is protected by the relative isolation that has limited the development of the city center in the industrial era, safeguarding the city from urban speculation. History has continually left its mark on Volterra, from the Etruscan period to the 19th century: the city is a treasure trove of artistic heritage, which can be admired as you walk through the streets of the historic city center and visit the local museums, like the Etruscan Museum, the Pinacoteca, the Museum of Sacred Art or the Alabaster Ecomuseum. And the beauty continues just outside the historic center, where you can enjoy the splendid. Roman Theatre and the ruins of the Etruscan Acropolis. While you’re out here, make sure to take in the surrounding landscape, uncontaminated by time, before heading off to discover the secrets of a rare artisan product: alabaster. Modern Volterra is almost totally enclosed by the 13th-century city walls, the result of an urban expansion that, beginning around the year 1000, was finally finished nearly 300 years after the construction of the defence systems around the city’s ports. In that period, Volterra grew from the castrensial form of late-Antiquity (5th century), extending to its current boundaries. The center developed around the ancient church of Santa Maria (the current cathedral) and the neighbouring pratus episcopatus, today piazza dei Priori, while beyond the castrum or castellum, the villages of Santa Maria and Abate sprang up. As you stroll through Volterra, you’re sure to notice the curious Incrociate, that is, impressive groups of towers that constitute a tangible sign of urban development to the east, west and north: they are the crux viarum of Buomparenti, Sant’Angolo and Baldinotti. Throughout the 1200s, on the pratus episcopatus, not only was the domus comunis (Palazzo dei Priori, from 1208) built alongside the Cathedral’s apses, but the features of the namesake piazza took form and the height of the towers were redrawn according to the different quarters of the city. Aligned with Palazzo dei Priori, piazza San Giovanni was built to serve a typical Tuscan function, that is, to be the location of all the most important ecclesiastical buildings: the Cathedral, the Baptistery, the headquarters of the Opera, the Hospital of Santa Maria and the cemetery. As previously mentioned, the Medieval walls surrounded almost the entire city until a few years ago. The four Medieval hamlets link together in the center via uphill streets. The hamlets are: San Alessandro, on via delle Saline, on the side of the Val di Cecina, San Lazzero, on the road to Florence and Siena, Santo Stefano and San Giusto, the furthest from the city, near the Balze and dominated over by the mighty church dedicated to the patron saint. In the late-19th/early-20th century, the large Psychiatric Hospital complex was built in San Lazzero, transformed today into a modern hospital, where the eclectic early-20th century architecture blends with the Rationalist style. Also around San Lazzero, the old railway station from 1912 can be seen, which connected the city of Saline with bold scaffolding.
Siena, situata nel cuore della Toscana e circondata da colline, è una delle città medievali più belle d' Italia. Fulcro della città è la famosa Piazza del Campo, dalla particolare forma a conchiglia, nella quale si tiene il celebre Palio, uno degli appuntamenti più importanti per tutti i senesi. Il Palio di Siena è un' appassionata corsa di cavalli che si svolge ogni anno, in Luglio ed Agosto e le sue origini sembrano risalire addirittura al Seicento. Siena secondo la leggenda fu fondata da Senio, figlio di Remo, ed in città si trovano diverse statue raffiguranti i mitici Romolo e Remo allattati dalla lupa. Piazza del Campo è il nucleo centrale di Siena fin dal tempo dei Romani, che qui avevano il loro Foro. La piazza fu ripavimentata durante il Governo dei Nove, un gruppo semi-democratico al potere tra il 1287 ed il 1355, con una suddivisione in nove sezioni in memoria del Governo e simboleggia il mantello della Madonna che protegge la città. Il Campo è dominata dal rosso Palazzo Pubblico e dalla sua torre, chiamata Torre del Mangia. Il Palazzo Pubblico, così come il Duomo di Siena, fu costruito durante il Governo dei Nove, che fu il periodo di massimo splendore economico e culturale di Siena. Il Palazzo ancora oggi ospita gli uffici del Comune, analogamente a Palazzo Vecchio a Firenze. Dal cortile interno al Palazzo si accede al Museo Civico ed alla Torre del Mangia, in cima alla quale, saliti i 500 gradini, si gode di una splendida vista sulla città. Nel Museo Civico sono conservati alcuni dei più bei dipinti di scuola senese. La Sala del Concistoro offre uno dei più bei lavori di Domenico Beccafumi, che ne affrescò i soffitti dipingendo il Ciclo delle virtù pubbliche. Nella Sala del Mappamonto e nella Sala della Pace (o Sala dei Nove) poi vi sono dei veri capolavori: la grande Maestà e il ritratto equestre di Guidoriccio da Fogliano all'assedio di Montemassi di Simone Martini e le Allegorie del Buon e del Cattivo Governo di Ambrogio Lorenzetti, considerato uno dei maggiori cicli pittorici del Medioevo. Siena is likely Italy's loveliest medieval city, and a trip worth making even if you are in Tuscany for just a few days. Siena's heart is its central piazza known as Il Campo, known worldwide for the famous Palio run here, a horse race run around the piazza two times every summer. Movie audiences worldwide can see Siena and the Palio in the James Bond movie, Quantum of Solace. Siena is said to have been founded by Senius, son of Remus, one of the two legendary founders of Rome thus Siena's emblem is the she-wolf who suckled Remus and Romulus - you'll find many statues throughout the city. The city sits over three hills with its heart the huge piazza del Campo, where the Roman forum used to be. Rebuilt during the rule of the Council of Nine, a quasi-democratic group from 1287 to 1355, the nine sections of the fan-like brick pavement of the piazza represent the council and symbolizes the Madonna's cloak which shelters Siena. The Campo is dominated by the red Palazzo Pubblico and its tower, Torre del Mangia. Along with the Duomo of Siena, the Palazzo Pubblico was also built during the same period of rule by the Council of Nine. The civic palace, built between 1297 and 1310, still houses the city's municipal offices much like Palazzo Vecchio in Florence. Its internal courtyard has entrances to the Torre del Mangia and to the Civic Museum. If you feel energetic, a climb up the over 500 steps will reward you with a wonderful view of Siena and its surroundings. The Museum, on the other hand, offers some of the greatest of Sienese paintings. The Sala del Concistoro houses one of Domenico Beccafumi's best works, ceiling frescoes of allegories on the virtues of Siena's medieval government. But it is the Sala del Mappamondo and the Sale della Pace that hold the palaces's highlights: Simone Martini's huge Maestà and Equestrian Portrait of Guidoriccio da Fogliano and Ambrogio Lorenzetti's Allegories of Good and Bad Government, once considered the most important cycle of secular paintings of the Middle Ages.
379
명의 현지인이 추천하는 곳
시에나
379
명의 현지인이 추천하는 곳
Siena, situata nel cuore della Toscana e circondata da colline, è una delle città medievali più belle d' Italia. Fulcro della città è la famosa Piazza del Campo, dalla particolare forma a conchiglia, nella quale si tiene il celebre Palio, uno degli appuntamenti più importanti per tutti i senesi. Il Palio di Siena è un' appassionata corsa di cavalli che si svolge ogni anno, in Luglio ed Agosto e le sue origini sembrano risalire addirittura al Seicento. Siena secondo la leggenda fu fondata da Senio, figlio di Remo, ed in città si trovano diverse statue raffiguranti i mitici Romolo e Remo allattati dalla lupa. Piazza del Campo è il nucleo centrale di Siena fin dal tempo dei Romani, che qui avevano il loro Foro. La piazza fu ripavimentata durante il Governo dei Nove, un gruppo semi-democratico al potere tra il 1287 ed il 1355, con una suddivisione in nove sezioni in memoria del Governo e simboleggia il mantello della Madonna che protegge la città. Il Campo è dominata dal rosso Palazzo Pubblico e dalla sua torre, chiamata Torre del Mangia. Il Palazzo Pubblico, così come il Duomo di Siena, fu costruito durante il Governo dei Nove, che fu il periodo di massimo splendore economico e culturale di Siena. Il Palazzo ancora oggi ospita gli uffici del Comune, analogamente a Palazzo Vecchio a Firenze. Dal cortile interno al Palazzo si accede al Museo Civico ed alla Torre del Mangia, in cima alla quale, saliti i 500 gradini, si gode di una splendida vista sulla città. Nel Museo Civico sono conservati alcuni dei più bei dipinti di scuola senese. La Sala del Concistoro offre uno dei più bei lavori di Domenico Beccafumi, che ne affrescò i soffitti dipingendo il Ciclo delle virtù pubbliche. Nella Sala del Mappamonto e nella Sala della Pace (o Sala dei Nove) poi vi sono dei veri capolavori: la grande Maestà e il ritratto equestre di Guidoriccio da Fogliano all'assedio di Montemassi di Simone Martini e le Allegorie del Buon e del Cattivo Governo di Ambrogio Lorenzetti, considerato uno dei maggiori cicli pittorici del Medioevo. Siena is likely Italy's loveliest medieval city, and a trip worth making even if you are in Tuscany for just a few days. Siena's heart is its central piazza known as Il Campo, known worldwide for the famous Palio run here, a horse race run around the piazza two times every summer. Movie audiences worldwide can see Siena and the Palio in the James Bond movie, Quantum of Solace. Siena is said to have been founded by Senius, son of Remus, one of the two legendary founders of Rome thus Siena's emblem is the she-wolf who suckled Remus and Romulus - you'll find many statues throughout the city. The city sits over three hills with its heart the huge piazza del Campo, where the Roman forum used to be. Rebuilt during the rule of the Council of Nine, a quasi-democratic group from 1287 to 1355, the nine sections of the fan-like brick pavement of the piazza represent the council and symbolizes the Madonna's cloak which shelters Siena. The Campo is dominated by the red Palazzo Pubblico and its tower, Torre del Mangia. Along with the Duomo of Siena, the Palazzo Pubblico was also built during the same period of rule by the Council of Nine. The civic palace, built between 1297 and 1310, still houses the city's municipal offices much like Palazzo Vecchio in Florence. Its internal courtyard has entrances to the Torre del Mangia and to the Civic Museum. If you feel energetic, a climb up the over 500 steps will reward you with a wonderful view of Siena and its surroundings. The Museum, on the other hand, offers some of the greatest of Sienese paintings. The Sala del Concistoro houses one of Domenico Beccafumi's best works, ceiling frescoes of allegories on the virtues of Siena's medieval government. But it is the Sala del Mappamondo and the Sale della Pace that hold the palaces's highlights: Simone Martini's huge Maestà and Equestrian Portrait of Guidoriccio da Fogliano and Ambrogio Lorenzetti's Allegories of Good and Bad Government, once considered the most important cycle of secular paintings of the Middle Ages.
Montepulciano è una città medievale in collina della Toscana, in Italia. Circondata da vigneti, è conosciuta per il suo vino rosso Nobile. La Torre di Pulcinella è una torre dell'orologio sormontata da Pulcinella, una delle figure della commedia dell'arte. Piazza Grande ospita il Palazzo Comunale del XIV secolo, con una torre che offre una vista sulla campagna circostante, e il Duomo, che espone un enorme trittico sull'altare. Montepulciano is a medieval hill town in Tuscany, Italy. Surrounded by vineyards, it is known for its Nobile red wine. The Pulcinella Tower is a clock tower topped by Pulcinella, one of the figures of the commedia dell'arte. Piazza Grande houses the 14th century Palazzo Comunale, with a tower offering a view of the surrounding countryside, and the Duomo, which displays a huge triptych on the altar.
165
명의 현지인이 추천하는 곳
Montepulciano
165
명의 현지인이 추천하는 곳
Montepulciano è una città medievale in collina della Toscana, in Italia. Circondata da vigneti, è conosciuta per il suo vino rosso Nobile. La Torre di Pulcinella è una torre dell'orologio sormontata da Pulcinella, una delle figure della commedia dell'arte. Piazza Grande ospita il Palazzo Comunale del XIV secolo, con una torre che offre una vista sulla campagna circostante, e il Duomo, che espone un enorme trittico sull'altare. Montepulciano is a medieval hill town in Tuscany, Italy. Surrounded by vineyards, it is known for its Nobile red wine. The Pulcinella Tower is a clock tower topped by Pulcinella, one of the figures of the commedia dell'arte. Piazza Grande houses the 14th century Palazzo Comunale, with a tower offering a view of the surrounding countryside, and the Duomo, which displays a huge triptych on the altar.
Relax
Il parco piscine termali si compone di tre vasche all'aperto (una riservata agli ospiti hotel) e due al coperto (una riservata agli ospiti hotel), tutte con temperature differenziali. Le Crete Senesi fanno da cornice alle vostre giornate di relax, regalandovi tramonti indimenticabili e benessere per il corpo e lo spirito. Consiglio il pacchetto "Notti alle terme" per un'esperienza romantica e molto suggestiva: il pacchetto comprende l'accesso alle piscine termali fino a tarda notte e un'ottima cena sulla terrazza. Our thermal park is composed of extensive gardens with three large open air pools, one of which is reserved solely for guests of the hotel, and two covered pools, again one of which is reserved for hotel guests. The park itself is surrounded by the delightful landscape of the Crete Senesi: a perfect place in which to relax and recharge mind, body, and spirit. I recommend the "Nights at the Spa" package for a romantic and very suggestive experience: the package includes access to the thermal pools until late at night and an excellent dinner on the terrace (reservation required)
38
명의 현지인이 추천하는 곳
Terme San Giovanni
38
명의 현지인이 추천하는 곳
Il parco piscine termali si compone di tre vasche all'aperto (una riservata agli ospiti hotel) e due al coperto (una riservata agli ospiti hotel), tutte con temperature differenziali. Le Crete Senesi fanno da cornice alle vostre giornate di relax, regalandovi tramonti indimenticabili e benessere per il corpo e lo spirito. Consiglio il pacchetto "Notti alle terme" per un'esperienza romantica e molto suggestiva: il pacchetto comprende l'accesso alle piscine termali fino a tarda notte e un'ottima cena sulla terrazza. Our thermal park is composed of extensive gardens with three large open air pools, one of which is reserved solely for guests of the hotel, and two covered pools, again one of which is reserved for hotel guests. The park itself is surrounded by the delightful landscape of the Crete Senesi: a perfect place in which to relax and recharge mind, body, and spirit. I recommend the "Nights at the Spa" package for a romantic and very suggestive experience: the package includes access to the thermal pools until late at night and an excellent dinner on the terrace (reservation required)
Escursioni
A 33 km dagli appartamenti. Regalati un’avventura tra le Crete Senesi a bordo di un Quad, un mezzo comodo ed allo stesso tempo adrenalinico, in grado di superare ogni ostacolo e farti vivere un’esperienza indimenticabile a contatto con la natura.Tuscany Adventure propone esperienze uniche alla scoperta dei paesaggi Toscani delle Crete Senesi che daranno alla tua vacanza in Toscana un pizzico di avventura e originalità. 33 km from the apartments. Treat yourself to an adventure in the Crete Senesi aboard a Quad bike, a comfortable and at the same time adrenaline-filled vehicle, able to overcome every obstacle and make you live an unforgettable experience in contact with nature. Tuscany Adventure offers unique experiences to discover the Tuscan landscapes of the Crete Senesi that will give your holiday in Tuscany a touch of adventure and originality.
Tuscany Adventure - Escursioni in Quad Siena, Toscana, Podere Fornace
A 33 km dagli appartamenti. Regalati un’avventura tra le Crete Senesi a bordo di un Quad, un mezzo comodo ed allo stesso tempo adrenalinico, in grado di superare ogni ostacolo e farti vivere un’esperienza indimenticabile a contatto con la natura.Tuscany Adventure propone esperienze uniche alla scoperta dei paesaggi Toscani delle Crete Senesi che daranno alla tua vacanza in Toscana un pizzico di avventura e originalità. 33 km from the apartments. Treat yourself to an adventure in the Crete Senesi aboard a Quad bike, a comfortable and at the same time adrenaline-filled vehicle, able to overcome every obstacle and make you live an unforgettable experience in contact with nature. Tuscany Adventure offers unique experiences to discover the Tuscan landscapes of the Crete Senesi that will give your holiday in Tuscany a touch of adventure and originality.
A 7 km dagli appartamenti, Vademecum Tours ti porta alla scoperta della Toscana con escursioni e trekking curati e condotti da Guide Ambientali locali. At 7 km from the apartments, Vademecum Tours takes you to the discovery of Tuscany with excursions and trekking cured and conducted by local Environmental Guides.
Vademecum Tours Escursioni e Trekking Toscana e Siena
18 Via Fabrizio de Andrè
A 7 km dagli appartamenti, Vademecum Tours ti porta alla scoperta della Toscana con escursioni e trekking curati e condotti da Guide Ambientali locali. At 7 km from the apartments, Vademecum Tours takes you to the discovery of Tuscany with excursions and trekking cured and conducted by local Environmental Guides.
Sei arrivato a Siena e non vedi l'ora di immergerti nella sua natura? Al Siena Riding Club II Jumping Team puoi fare splendide passeggiate ripercorrendo la via Francigena e immergendoti nei verdi boschi della montagnola. Le passeggiate sono composte da piccoli gruppi, hanno la durata di 1 o 2 ore con guida specializzata ed è gradita una prenotazione entro 48 ore. Have you arrived in Siena and can't wait to immerse yourself in its nature? At the Siena Riding Club II Jumping Team you can take splendid walks along the Via Francigena and immerse yourself in the green woods of the mountain. The walks are made up of small groups, have a duration of 1 or 2 hours with a specialized guide and reservations within 48 hours are welcome.
Maneggio Siena Riding Club
Sei arrivato a Siena e non vedi l'ora di immergerti nella sua natura? Al Siena Riding Club II Jumping Team puoi fare splendide passeggiate ripercorrendo la via Francigena e immergendoti nei verdi boschi della montagnola. Le passeggiate sono composte da piccoli gruppi, hanno la durata di 1 o 2 ore con guida specializzata ed è gradita una prenotazione entro 48 ore. Have you arrived in Siena and can't wait to immerse yourself in its nature? At the Siena Riding Club II Jumping Team you can take splendid walks along the Via Francigena and immerse yourself in the green woods of the mountain. The walks are made up of small groups, have a duration of 1 or 2 hours with a specialized guide and reservations within 48 hours are welcome.
Visite turistiche
Una vera professionista nel campo delle visite guidate. Organizza tour della durata di 3 o 6 ore in diverse località tra cui Siena, Firenze, Pienza, San Gimignano e Val d'Orcia A true professional in the field of guided tours. She organizes tours lasting 3 or 6 hours in different locations including Siena, Florence, Pienza, San Gimignano and Val d'Orcia.
Giulia Tour Guide
12 Via G. di Vittorio
Una vera professionista nel campo delle visite guidate. Organizza tour della durata di 3 o 6 ore in diverse località tra cui Siena, Firenze, Pienza, San Gimignano e Val d'Orcia A true professional in the field of guided tours. She organizes tours lasting 3 or 6 hours in different locations including Siena, Florence, Pienza, San Gimignano and Val d'Orcia.
Noleggio bici / Bike rent
Da Chianti Bicycles potrete noleggiare bici ibride o elettriche, scegliendo di ritirare la vostra bici presso l'ufficio o avvalervi del servizio di consegna a domicilio presso il vostro alloggio. In alternativa potrete partecipare a uno dei tour guidati proposti dall'agenzia. At Chianti Bicycles you can rent hybrid or electric bikes, choosing to pick up your bike at the office or take advantage of the home delivery service at your accommodation. Alternatively, you can participate in one of the guided tours offered by the agency
Chianti Bicycles
10 Via del Chianti
Da Chianti Bicycles potrete noleggiare bici ibride o elettriche, scegliendo di ritirare la vostra bici presso l'ufficio o avvalervi del servizio di consegna a domicilio presso il vostro alloggio. In alternativa potrete partecipare a uno dei tour guidati proposti dall'agenzia. At Chianti Bicycles you can rent hybrid or electric bikes, choosing to pick up your bike at the office or take advantage of the home delivery service at your accommodation. Alternatively, you can participate in one of the guided tours offered by the agency